Città Metropolitana di Bologna Comune di Bologna - Iperbole rete civica
Home > Strumenti > Benessere

Benessere

Il Progetto di misurazione statistica del benessere equo e sostenibile (BES) nasce nel 2010 per iniziativa del CNEL e dell’ISTAT, con l’obiettivo di valutare il progresso di una società, anche a livello locale, non soltanto dal punto di vista economico, ma anche sociale e ambientale.

Il progetto si inquadra nel dibattito internazionale sul “superamento del prodotto interno lordo” come indicatore principale di benessere, prendendo in considerazione contestualmente e con pari dignità le dimensioni sociale e ambientale della convivenza umana, e le relative misure di diseguaglianza e di sostenibilità – concetto, quest’ultimo, che fa riferimento alla salvaguardia delle risorse e più in generale alla resilienza dei sistemi naturali, in funzione anche della tutela dei diritti delle generazioni future. Gli indicatori presenti, se non contemplati nell'ultima edizione del BES, erano stati comunque considerati in edizioni precedenti.

Per misurare concretamente il “Benessere equo e sostenibile” (BES), ISTAT ha sviluppato un approccio multidimensionale, allo scopo di integrare le informazioni fornite dagli indicatori economici con una serie di misure afferenti 12 domini fondamentali.

1. Salute

2. Istruzione e formazione

3. Lavoro e conciliazione tempi di vita

4. Benessere economico

5. Relazioni sociali

6. Politica e istituzioni

7. Sicurezza

8. Benessere soggettivo

9. Paesaggio e patrimonio culturale

10. Ambiente

11. Ricerca e innovazione

12. Qualità dei servizi

 

L’analisi degli indicatori a livello nazionale viene pubblicata da ISTATannualmente dal 2013 nel Rapporto BES, e dal 2016 il Bes è entrato a far parte del processo di programmazione economica nazionale, con un set ridotto di indicatori, riferiti alla valutazione dell’impatto delle politiche, allegato del Documento di economia e finanza (DEF). Annualmente,il monitoraggio degli indicatori e gli esiti della valutazione di impatto delle policy vengono presentati al Parlamento.

A livello locale, il Benessere Equo e Sostenibile delle Province è un progetto nato nel 2013 da un’iniziativa pilota della Provincia di Pesaro e Urbino, e sviluppato grazie alla stretta collaborazione tra Cuspi (Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Provincie Italiane) e ISTAT, con lo scopo di creare un Sistema Informativo Statistico per la misurazione del benessere equo e sostenibile a supporto della programmazione strategica e operativa degli Enti di area vasta, che a partire dal 2015 avrebbero visto la nascita delle Città metropolitane.

Nel 2019 il progetto ha coinvolto 27 uffici di statistica tra Province e Città metropolitane.

 

Link utili

https://www.istat.it/it/benessere-e-sostenibilit%C3%A0/la-misurazione-del-benessere-(bes)/gli-indicatori-del-bes