Città Metropolitana di Bologna Comune di Bologna - Iperbole rete civica
Home > Archivio notizie > I rifiuti urbani nella Città metropolitana di Bologna, anno 2019

I rifiuti urbani nella Città metropolitana di Bologna, anno 2019

Aggiornati i dati su Città metropolitane a confronto e sull'Atlante statistico metropolitano.
Infografica rifiuti nella CM 2019

La produzione totale di rifiuti urbani nella Città metropolitana di Bologna, nel 2019, è stata di 602.771 tonnellate, in aumento rispetto al 2018 dell'1,4%. Il quantitativo pro capite, pari a 592 Kg per abitante, è aumentato dell'1,0%, registrando un valore leggermente inferiore alla produzione assoluta.

Rispetto alle altre Città metropolitane, Bologna si colloca al terzo posto, dopo Firenze e Venezia, registrando anche per il 2019 un valore superiore alla media nazionale (498 Kg/ab).

A livello comunale, il territorio che ha registrato il valore pro capite più elevato è Bentivoglio, con 1.168,3 Kg/ab, mentre Casalecchio di Reno è l’unico comune della Città metropolitana a registrare un valore inferiore ai 400 Kg/ab. Al di sotto della media nazionale anche Monte San Pietro, Baricella, Castello d'Argile, Marzabotto, Castel di Casio e Loiano.

L’aumento complessivo, a livello metropolitano, della produzione totale dei rifiuti è affiancato da un nuovo incremento della raccolta differenziata che arriva a 394.984 tonnellate, pari al 65,5% del totale della produzione raccolta (+2,6 punti percentuali rispetto al 2018), confermando il trend di crescita degli ultimi anni e superando per la prima volta la soglia del 65%, obiettivo definito dalla normativa nazionale.

Tale traguardo è stato ampiamente superato da 32 comuni: tutti i comuni di pianura e i comuni del distretto Reno, Lavino e Samoggia. Di questi, 24 hanno anche già superato l’obiettivo di raccolta differenziata del 73% fissato dal Piano regionale dei Rifiuti per il 2020. I comuni con la percentuale più alta sono Anzola dell’Emilia (91,9%), Mordano (91,2%), Dozza (89,7%) e Monte San Pietro (89,2%), con valori superiori o prossimi al 90%. Mentre Camugnano si conferma il comune con il valore più basso, inferiore al 40% (38,5%).

Rispetto alle altre Città metropolitane, Bologna è ancora una volta terza per rifiuti differenziati pro capite, dopo Venezia e Firenze; mentre è quarta, dopo Cagliari, Venezia e Milano, per la percentuale di raccolta differenziata sul totale dei rifiuti urbani raccolti, con un valore ancora una volta superiore alla media nazionale del 61,3%.

Rispetto alla composizione merceologica dei rifiuti differenziati, i dati a livello metropolitano evidenziano una maggiore raccolta pro capite di carta e cartone (86 kg/ab.), umido (79 kg/ab.), verde (49 kg/ ab.), vetro (39 kg/ab.), legno (35 kg/ab.) e plastica (34 kg/ab.).

 

Studi e appronfondimenti

E' possibile consultare e scaricare l'infografica interattiva al seguente link dello studio http://inumeridibolognametropolitana.it/atlantemetropolitano/ambiente-e-territorio/rifiuti

Tabelle, grafici e mappe interattive sono presenti nell’Atlante statistico metropolitano. Nel dettaglio:

Il report di confronto tra le Città metropolitane è presente sul portale di Città metropolitane a confronto, nella sezione Ambiente e territorio / Rifiuti.