Città Metropolitana di Bologna Comune di Bologna - Iperbole rete civica
Home > Studi > Le imprese nella Città metropolitana di Bologna - 2020

Le imprese nella Città metropolitana di Bologna - 2020

Periodo di riferimento: 2020
Nel 2020 in calo le imprese nella Città metropolitana di Bologna e nella maggior parte dei comuni del territorio.

Lo studio si pone l'obiettivo di fotografare le imprese nel territorio metropolitano nel 2020, con un'analisi per comuni. La video pillola sintetizza i principali risultati.

Al 31 dicembre 2020 sono 94.775 le imprese registrate nel territorio metropolitano, di cui 83.605 risultano attive. Nel 2020 il bilancio tra imprese iscritte e cancellate è negativo: a fronte di 4.499 iscrizioni, ci sono state 4.869 cancellazioni (al netto delle cancellazioni d'ufficio), con un saldo negativo di 370 unità.
In termini relativi Castel del Rio, Camugnano e Castel d’Aiano risultano i comuni, a livello metropolitano, con un maggior tasso di crescita, mentre Argelato, Castel D'Aiano e Lizzano sono in evidenza per il numero di imprese rispetto a 1.000 abitanti. 

Rispetto ai settori, si segnala il calo dell’agricoltura, della manifattura, dei trasporti e del commercio, mentre sono in crescita l’istruzione, la sanità e i servizi alle imprese.

Ancora più in evidenza il calo degli addetti alle imprese (-2,8%), che nel 2020 scendono a quota 393.678. In questo caso, i settori che vengono colpiti maggiormente - in termini assoluti - sono i Servizi alle imprese (-3.463 addetti) e l'Alloggio e ristorazione (-2.770 addetti), nonostante la crescita - per entrambi i settori - del numero di imprese attive. Il calo degli addetti nel Trasporto (-1.944 addetti) e nel Commercio (-1.847 addetti) è invece in linea con il calo osservato nelle imprese attive.

In linea generale calano sia le imprese attive femminili, di 24 unità (-0,2%), sia quelle giovanili, di 122 unità (-2,0%); mentre il 2020 non ha interrotto il trend di crescita di quelle straniere, che aumentano di 327 imprese (+3,1%).

Sono 319 le start-up innovative della Città metropolitana di Bologna. Si tratta di 3,8 start-up innovative ogni 1.000 imprese del territorio: un valore superiore alla media italiana (2,3) e - tra le 14 Città metropolitane - seconda solo a Milano.

L'analisi è diffusa dal Servizio Studi e Statistica della Città metropolitana di Bologna sulla base dei dati forniti dalla Camera di Commercio. 

 

Qui l'infografica sintetica con i dati principali.

Ulteriori approfondimenti subterritoriali sulle imprese si trovano nell'Atlante statistico metropolitano. Nel dettaglio:

Qui il report sulle Start-up innovative nel 2020: un confronto tra le Città metropolitane